Pietro Ratto autore e insegnante eclettico

Pietro Ratto, personalità eclettica : giornalista musicista, autore e insegnante dal 2007 di Filosofia e storia  dopo anni di precariato. Attivista attraverso le sue opere: il racconto Scacco matto[1] gli permette di ottenere due premi  letterari  Società Dante Alighieri (2003) e racconti in Rete (2008).Del 2008 la monografia dedicata a I. Kant:  Immanuel Kant visto da vicino [2] argomento ripreso e  approfondito per un secondo lavoro dal titolo La passeggiata al tramonto. Vita e scritti di Immanuel Kant (2014)[3]

Premio giornalistico Scrivere oltre il pensiero con l’articolo L’uomo Avvisato . Amministratore di due siti: BoscoCeduo [4] e IN/CONTRO-STORIA [5] e collaboratore presso La bottega del Barbieri.Autore di Le pagine strappate (2014) [6] e di I Rothschild e gli altri (2015) [7].

R.Di Girolamo : «Le opere di un autore possono in parte riflettere la personalità dello scrittore. Che tipo di vita ha scelto, conduce.»

Pietro Ratto : «Sì, diciamolo pure. Non sono proprio capace di far diversamente: tutto ciò che vien fuori da me riflette il mio modo d’essere; sin dai tempi giovanili, quelli della mia attività musicale e discografica.Che dire.. Amo entrare e uscire dal gioco. Tutti i giorni sbuco dal mio Bosco, in cui vivo con la mia famiglia, per svolgere la mia attività di insegnante. Ma non riesco proprio a star troppo lontano da quel mondo pieno di vita, di piante, di fiori. Di luce e di silenzio. Lo ammetto. Non potrei mai restar fuori troppe ore dal mio habitat. Lì torno, il più urgentemente possibile, a rifugiarmi, non vedendo l’ora di rimettermi  a passeggiare lentamente tra i miei alberi, a curare le mie piante..È così che ogni giorno preparo le mie lezioni. È così che nascono i miei libri, la mia musica..

Sono testardo, amante dell’autenticità ad ogni costo. Non faccio niente se non ne sono pienamente convinto. Non scendo a compromessi, non condivido nulla che non mi appartenga e che non mi assomigli. Faccio soltanto ciò che sono. Ed amo infinitamente la Verità, costi quel che costi.»

Come nasce un ‘saggio romanzatoʼ . Quale novità rappresenta nell’ambito della letteratura contemporanea in cosa differisce dal romanzo storico

«Non lo so, esattamente. Proprio perché agisco in modo istintivo, proprio perché ciò che esce da me deve appartenermi interamente, i libri a cui lei si riferisce sono nati così, senza rifletterci granché. Voglio dire: le ricerche sono state lunghe e accurate, da perderci il sonno. Ma il modo con cui poi le ho buttate giù è venuto da sé. Soprattutto Le pagine strappate e Il Gioco dell’Oca costituiscono un inestricabile intreccio tra i miei studi e il racconto di come progressivamente li ho condotti.Minuto dopo minuto, giorno dopo giorno.Naturalmente è qualcosa di ben diverso da un romanzo storico. Nel mio caso si tratta, più che altro, del racconto di come sono giunto a una certa conclusione. L’avventura di una ricerca storica narrata passo dopo passo, insomma. Nello specifico, Le pagine strappate è un libro che parla di un libro. Un saggio in cui racconto la mia analisi di un testo rinascimentale sfuggito alla censura del Concilio di Trento. Analisi tremendamente affascinante, da cui emerge la rimozione di oltre due anni di storia della Chiesa, probabilmente finalizzata a cancellare la vicenda della Papessa Giovanna, da secoli e secoli spacciata per una leggenda. Il lasso di tempo eliminato, infatti, corrisponde esattamente alla durata del pontificato tradizionalmente attribuito al Papa foemina.

Quanto a Il Gioco dell’Oca, lo studio parte dal racconto del mio ritrovamento, su una bancarella, di un testo molto “originale” che racconta – in modo disinvolto e libero da pregiudizi – la storia del riformatore Jan Hus. Da questa lettura, e da molte mie ricerche successive, emergono pian piano dati e circostanze davvero inquietanti, che riguardano i retroscena del processo e della morte sul rogo del religioso ma anche la condotta gravemente immorale, e finora piuttosto “censurata”, di alcuni Papi.»

 

Cosa significa IN-CONTRO/STORIA, titolo con il quale ha chiamato il suo spazio on line. Soprattutto che significato ha oggi e per lei il termine Controstoria. Una parte della sua letteratura rientra nell’ambito di quale ʼrevisionistaʼ? 

«Il sito che ho messo in piedi con quel nome si ripropone sempre lo stesso fine: la Verità. La Verità storica, in questo caso. L’idea è quella di sintetizzare una ricerca il più possibile fedele ai documenti e ai fatti (e quindi libera da condizionamenti ideologici di sorta), con la componente del dialogo, dell’in-contro, appunto, tra storici e studiosi “non allineati”. Quello era l’intento con cui il sito è nato, cinque anni fa. Questo è l’intento con cui, ancora oggi, lavoro.Non amo le etichette, ma ritengo che ogni storico – in quanto tale – debba necessariamente essere revisionista, o quanto meno disposto in ogni momento a rivedere le proprie posizioni, le proprie teorie, alla luce di nuovi elementi.Non ci si può considerare studiosi seri se non ci si predispone al rischio di venir smentiti da nuove ricerche, da nuovi documenti magari anche capaci di capovolgere un teorema super consolidato.Tutto ciò, in definitiva, non costituisce altro che la definizione di scienziato e di teoria scientifica più in generale proposta, in ambito epistemologico, da Popper nonché perfettamente messa in pratica dalla relatività di Einstein.»

 

 

 

[1]http://www.labottegadelbarbieri.org/scacco-matto/

[2]. Pubblicata presso la rivista Diogene. Filosofare oggi .

[3]. Pubblicato da Leucotea Edizioni;  www.edizionileucotea.it

[4]. http://www.boscoceduo.it/

[5]. www.incontrostoria.it

[6]. Elmi’ World ed. Cinquina delle opere finaliste al Premio Carver 2014. http://www.elmisworld.it/web/?portfolio=le-pagine-strappate

[7]. Arianne ed. in http://www.gruppomacro.com/ricerca.php?search=pietro+ratto

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...